Taking too long? Close loading screen.
< Tutte le schede missioni

AGILE GENIE

Monitoraggio aereo sulle coste libiche

Anti-terrorismo

Origine della missione fu la cosiddetta vicenda Lockerbie: il nome deriva dalla cittadina scozzese sopra cui, il 21 dicembre 1988, esplose il volo 103 della Pan Am, decollato da Francoforte e diretto a New York. Nel disastro aereo morirono 270 persone (259 a bordo e 11 a terra, colpite dai detriti); la maggioranza di esse (189) era di nazionalità statunitense.

Dopo tre anni di investigazioni congiunte, il 13 novembre 1991 la polizia di Dumfries and Galloway e l’FBI accusarono dell’attentato Abd el-Basset Ali al-Megrahi, ufficiale dell’intelligence libica e capo della sicurezza per Libyan Airways, e Lamin Khalifah Fhimah, responsabile della Libyan Airways presso l’Aeroporto Internazionale di Malta.

Sulla scorta della precedente risoluzione (731), il Consiglio di Sicurezza il 31 Marzo emise la risoluzione 748 (1993) nella quale, lamentando la mancanza di risposte da parte del governo libico alle richieste avanzate dalla comunità internazionale, chiese a tutti gli Stati di imporre il divieto di traffico aereo da e verso la Libia, di effettuare un embargo al commercio di armi e componenti per l’industria aerea e di prendere misure diplomatiche contro le rappresentanze libiche.

A seguito dell’embargo aereo delle Nazioni Unite imposto alla Libia, gli AWAC della NATO furono incaricati di istituire due orbite separate che monitorano lo spazio aereo del Mediterraneo centrale. La missione principale era la sorveglianza aerea e superficiale.

Gli aerei NATO effettuarono un totale di 36 missioni, accumulando un totale di 2336 ore di volo.

Durata Missione:

1/05/2001 – 19/05/2001

Luogo:

Mediterraneo centrale

Tipologia:

Anti-terrorismo

Base legale:

UNSC Resolutions 731 (1992), 748 (1992) e 883 (1993)

Forze impiegate:

AWACS: Airborne Early Warning and Control Systems. Sistema radar aviotrasportato utilizzato per la sorveglianza aerea.