Taking too long? Close loading screen.
< Tutte le schede missioni

DELIBERATE GUARD/FORGE

Protezione militare dello spazio aereo bosniaco

Peacekeeping

Nel contesto del conflitto bosniaco, in via di risoluzione in seguito all’intervento internazionale, l’ IFOR venne riconfigurata in Stabilization Force (SFOR) a partire dal dicembre 1996. La NATO, in questo modo, provava a stabilizzare la pacificazione della Bosnia-Erzegovina e ad accompagnare la ricostruzione delle istituzioni del Paese.

La conseguente missione in tale contesto, venne denominata Joint Guard. A supporto della stessa, con lo scopo di far rispettare la no-fly zone imposta dalle Nazioni Unite sullo spazio aereo bosniaco, venne attivata l’Operazione Deliberate Guard, che prese posto dell’op. Decisive Edge.

Portaerei e velivoli militari continuarono ad essere impiegate per la protezione militare dello spazio aereo bosniaco, contribuendo anche al supporto informativo ed elettronico (RADAR) di SFOR.

A partire dal 1998 l’intensità dell’azione di SFOR venne ridotta e contestualmente l’Operazione Deliberate Guard, anch’essa ridimensionata, assunse il nome di Operazione Deliberate Forge, in azione fino al novembre del 2004.

Durata Missione:

dicembre 1996 - giugno 1998 /(Deliberate Forge fino a novembre 2004)

Luogo:

Bosnia Erzegovina

Tipologia:

Peacekeeping

Base legale:

Ris. 1004, 1016 e 1088

Stati partecipanti:

Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Norvegia, Spagna, Turchia, UK, USA

Forze impiegate:

Portaerei e velivoli militari con basi in Francia, Germania, Grecia, Italia e UK