Taking too long? Close loading screen.
< Tutte le schede missioni

ESSENTIAL HARVEST

Disarmo di bande separatiste

Peacekeeping

Con la dichiarazione di indipendenza della Macedonia nel 1991, non vi furono conflitti né spargimenti di sangue. Ma negli anni ’90 aumentò la pressione sul governo per l’eccessiva corruzione e la nuova coalizione al governo si trovò faccia a faccia con enormi problemi e perse l’appoggio popolare. Le relazioni tra la maggioranza etnica macedone e quella albanese andarono peggiorando sotto il peso della situazione politica.

Gli albanesi in Macedonia chiedevano maggiori diritti culturali, così come una rappresentanza nel governo, forze armate e polizia speciale. In breve tempo alcune bande albanesi formarono dei corpi armati propri (NLA, Esercito di Liberazione Nazionale). Le loro prime azioni, che in Macedonia avvennero alla fine del 2000, consistevano nel prendere possesso gradualmente di un villaggio dopo l’altro. La NATO intercettò gli scontri e contribuì a mediare l’accordo di Ocrida, che incluse il riconoscimento dell’albanese come lingua co-ufficiale, aumentando la partecipazione degli albanesi nelle istituzioni governative, nella polizia e nell’esercito. La parte albanese accettò di rinunciare alle richieste separatiste e riconobbe pienamente tutte le istituzioni macedoni. Inoltre, l’NLA sarebbe stato disarmato e le armi consegnate alla NATO.

Nel corso del 2001, le autorità governative della FYROM (Former Yugoslav Republic of Macedonia) chiesero alla NATO un contributo di forze per il processo di raccolta e distruzione delle armi spontaneamente riconsegnate dall’NLA. Per eseguire la missione, fu costituita una Task Force Harvest a guida NATO (circa 4500 uomini) alla quale contribuirono Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Olanda, Spagna e Turchia. La NATO ha ufficialmente lanciato l’operazione “Essential Harvest” il 22 agosto e inizio’ effettivamente le operazioni il 27 agosto. L’operazione è terminata il 26 settembre 2001. Furono raccolte quasi 4000 armi e diverse centinaia di migliaia di oggetti, tra cui mine ed esplosivi.

Durata Missione:

27/08/2001 – 26/09/2001

Luogo:

Macedonia

Tipologia:

Peacekeeping

Base legale:

Richiesta di assistenza del Governo macedone. Approvazione del Consiglio Atlantico

Paesi Partecipanti:

Belgio, Canada, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Spagna, Turchia, Inghilterra, Ungheria, Norvegia, Portogallo Stati Uniti

Forze impiegate:

TASK FORCE HARVEST (4.500 soldati NATO)